giovedì 23 giugno 2011

Pizza mon amour

L'altra sera approfittando della settimana di ferie di Matteo abbiamo deciso di passare un pomeriggio nella casa di campagna dei miei genitori e poichè non avevamo problemi di orario ci siamo allungati un po' oltre il pomeriggio, improvvisando una fantastica pizzata per di più cotta nel forno a legna.
Ogni volta che approfittiamo dell'uso del forno, che sia pizza, o carne ai ferri, è veramente una festa, ed è bastato poco per farne una giornata  da ricordare.
Mio padre è da sempre l'addetto al forno anche perchè è l'unico che riesce ad infornare le pizze senza romperle! Matteo ed io ci siamo occupati delle pizze, mia madre ha fatto la baby sitter, tenendo a freno Giulia che sembrava un grillo.

Ed ecco fatto, le nostre pizze!, si è vero non sono proprio tondeggianti, ma in fondo è il sapore che conta no?! e su quello posso garantire che era fantastico!

Approfitto anche per dirvi che per qualche giorno sarò fuori città, si finalmente sono riuscita a strappare qualche giorno al maritino super impegnato con il lavoro, (visto che compie anche gli anni!), per cui non credo riuscirò a bloggare!

Intanto però gustatevi le nostre pizze!




Ingredienti per 6 persone

1 kg  di farina 00, o manitoba
2 cubetti di lievito di birra
sale q.b
1 o 2 tazza d'acqua tiepida
2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva
zucchero 1 cucchiaino

per la farcitura
pomodoro
mozzarella
origano
olio
sale
+ altri condimeti a piacere

Preparate il lievito sciogliendolo nell'acqua tiepida (circa mezza tazza),  lo zucchero, e una manciata di farina.
Lasciare riposare per 15 minuti.

Mettete la farina a fontana sul tavolo o in una terrina molto capiente, aggiungere sale, il lievito  e due cucchiai di olio, e un po' alla volta il resto dell'acqua. Impastare molto bene, per almeno 15 minuti.
Più lavorate la pasta, più calore cederete e meglio lieviterà.

Ci sono una moltitudine di ricette sull'impasto della pizza, c'è chi aggiunge solo acqua, o latte, ognuno troverà dopo vari tentativi, l'impasto che preferisce.
Una volta impastato lasciare lievitare per circa 2 ore o fino al raddoppio del volume, in un recipiente coperto con pellicola, o con uno strofinaccio umido (per impedire che faccia la crosticina) e chiuso in una sportina di plastica.

L'importanza di tutte le paste lievitate è d'impedire che l'impasto subisca delle correnti d'aria.
Anche quello che vi sembra un soffio d'aria impercettibile, potrebbe avere conseguenze negative sulla lievitazione.

Una volta pronto stendete la pasta con il mattarello e se non avete il forno a legna usate le classiche teglie da pizza, farcite a piacere.
Per il pomodoro, in genere per renderlo più gustoso lo insaporisco qualche ora prima, aggiungendo alla passata, olio, sale, origano.

Noi in genere ci sbizzarriamo e ne tentiamo di diverse.
Una buonissima è quella antisociale ( solo aglio ed è buonissima) oppure vi consiglio (per chi ama il piccante) cipolla, tonno e friggitelli, che sono dei peperoncini piccanti molto conosciuti al sud. L'abbinamento è super! provare per credere!

Cuocete a 200° per 15 minuti ( il tempo è variabile in  base a quanto è sottile l'impasto)









Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...