domenica 18 dicembre 2011

Ravioli di pesce persico con gamberi seppie e cappesante


Questo è un superpiatto adatto anche a chi è a dieta, e per i più piccoli, perchè ricchissimo di pesce e ha pochissimi grassi.
La preparazione non è difficile e vi assicuro che è molto più veloce che fare i tortellini!


cosa occorre:
nonna papera o mattarello
coppapasta medio o altra forma circolare
Ingredienti
Per la sfoglia

5 uova fresche meglio se biologiche
1 cucchiaino di sale
(1 uovo:100 gr:1persona)
per il ripieno
1 filetto di pesce persico/ o merluzzo/
200 gr di ricotta
sale pepe q.b
un mazzetto di prezzemolo
4 cucchiai di parmiggiano grattuggiato
noce moscata

per il condimento
4 etti di gamberi
3 etti di seppie
3 etti di cappesante senza guscio
olio evo
sale pepe
qualche goccia di tabasco
1/2 cipolla media
1 spicchio di aglio
1/2 bicchiere di prosecco
latte q.b
1/2 dado (o 1 cucchiaino di dado in polvere)
qualche ciuffo di prezzemolo tritato
zucchero un pizzico


Prepariamo il ripieno
Prendiamo il pesce persico o altro pesce similare dal gusto delicato.
Accertiamoci che non ci siano spine residue, e tritiamolo nel mixer.
Prendiamo una terrina e al nostro pesce uniamo i 200 gr di ricotta, prezzemolo tritato (un bel mazzo), sale  e pepe. Aggiungiamo un po' di parmiggiano per dare ancora maggiore sapore, una grattatina di noce moscata e lasciamo in frigo


prepariamo la sfoglia
Mescolate su un piano di lavoro le due farine io ho usato quelle del Molino Chiavazza, 00 e semola rimacinata, aggiungete un cucchiaino di sale fino e mescolate bene.
Formate una fontana e al centro aggiungete le uova.
Un po' alla volta dal centro del cratere prendete sempre più farina e iniziate ad impastare.
Continuate ad impastare fino a che l'impasto non sarà bello liscio.
Formate una palla e mettete in frigo avvolta con la pellicola (anche per qualche qualche giorno).
Con l'aiuto della macchina per stendere la pasta (io ancora non sono riuscita a stenderla con il mattarello!), prendete un po' di impasto e appiattendolo passatelo nella nonna papera. Formate delle strisce lunghe e larghe.
Io arrivo alla penultima tacca della nonna papera, preferisco la sfoglia un po' più grossa.
Prendiamo un coppapasta medio o anche un bicchiere grandicello e ricaviamo dei cerchi di pasta. Farcitele con un po' di ripieno e richiudeteli sui bordi ( se la pasta si fosse un po' seccata bagnate leggermente un bordo.)
Una volta chiudi per decorare usate i rebbi della forchetta.
Prepariamo il sugo
Puliamo il pesce, tagliamo la seppia grossolanamente, tagliamo così i 3/4 dei gamberi sgusciati, e a pezzettini invece le cappesante e il resto dei gamberi.
Tritiamo la cipolla finemente e schiacciamo l'aglio, scaldiamo l'olio (4 cucchiai)e facciamo rosolare.
Lasciamo imbiondire,  aggiungiamo le seppie e cuociamo per 1 minuto, aggiungi il resto del pesce.
Aggiungiamo sale, pepe, mezzo dado, e sfumiamo con il prosecco. Una volta evaporato aggiungiamo un goccio di latte e  qualche goccia di tabasco un pizzico di zucchero.
Lascia cuocere 10 minuti e aggiusta di sale se occorre.
Lascia un po' liquido, così potremo terminare la cottura dei ravioli.
Una volta volta cotto, teniamo da parte un mestolo di sugo  per impiattare.
n.b sembra che ci sia anche il pomodoro, ma in realtà il rosso è dovuto alla polpa di cappesante.
Fai lessare i ravioli in acqua salata per qualche minuto, scola al dente e termina la cottura nel sugo.
Aggiungi nei piatti un po di sugo che avevi tenuto da parte e spolvera con prezzemolo.










Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...